Tour Un Sogno Romantico in Scozia

9 GIORNI/8 NOTTI - Edimburgo - St Andrews - Edzell - Aberdeenshire  - Dufftown - Elgin - Inverness  - isola di Skye - Oban  - Loch Lomond - Stirling

Itinerario in auto con sistemazione in Castelli e dimore storiche, cat. 4 stelle, con servizi privati

PARTENZE: tutti i giorni dall'Italia

1° giorno: Italia/Edimburgo

Ritrovo dei partecipanti direttamente presso l’aeroporto prescelto e partenza in volo per Edimburgo; all’arrivo, ritiro dell’auto noleggiata e partenza per la città. Giornata a disposizione per esplorare la città ed i suoi dintorni. Sebbene ogni angolo della città sia pieno di storia, Edimburgo è anche una capitale moderna, la città dei festival, elegante ed eccitante. Il castello di Edimburgo domina il profilo della città, è pieno di storia ed è un’ottima introduzione alla Scozia. All’interno delle mura potrete visitare la St Margaret’s Chapel, la Pietra del Destino ed I gioielli della corona. Al di là del castello si potranno ammirare la Old Town e la Georgian New Town con i loro notevoli ed affascinati contrasti architettonici, i musei e le gallerie d’arte; il Royal Yacht Britannia, l’Holyrood Palace ed altro ancora. Se volete invece fuggire dalla città, potrete dedicarvi alla campagna circostante, giocare a golf, visita la Roslin Chapel, il Linlithgow Palace o ancora passeggiare lungo le bellissime spiagge della città.

Pernottamento presso il Marriott Dalmahoy hotel & Country Club o similare.

 

2° giorno: Edimburgo/St Andrews/Edzell/Aberdeenshire

Prima colazione. Partenza verso nord, attraverso il famoso Forth Road Bridge. Arrivo a Perth dove si consiglia la visita allo Scone Palace, un magnifico edificio fortificato in cui venivano anticamente incoronati i monarchi della Scozia e che, nei tempi più pacifici della storia scozzese, venne ricostruito e ampliato in modo più lussuoso. Proseguimento per Dundee dove si consiglia la visita del castello di Glamis. Il Glamis Castle è uno dei castelli più rappresentativi dell’intera Scozia.

Costruito tra il 1675 e il 1687, in esso trascorse la propria infanzia la regina Elisabetta II e vi nacque la principessa Margaret. Alcune parti dell’edificio sono però più antiche, come l’alta torre a pianta quadrata: pare infatti che il re Malcom II vi morisse nel 1034. La parte più vecchia è Duncan’s Hall, in cui Shakespeare ambientò il suo Macbeth. Al suo interno si possono ammirare collezioni di mobili, porcellane, dipinti ( l’ultima cena, il Cristo con il cappello…) e arazzi. Proseguimento per Aberdeen. Lunga la strada si consiglia la visita al Dunnottar Castle. L’atmosfera austera e minacciosamente emozionante pervade il Dunnottar Castle vicino a Stonehaven. Le vaste rovine si ergono su un promontorio quasi inaccessibile, i cui tre lati sporgenti sono formate da rocce scoscese colonizzate dagli uccelli. Il sito spettacolare, con le sue oscure rovine, mette subito in moto l’immaginazione: si pensa ai pirati, ai vichinghi, ai fantasmi... È il castello che fa da sfondo all’Amleto di Zeffirelli interpretato da Mel Gibson. Pernottamento presso la Pittodrie House o similare.

 

3° giorno: Aberdeenshire

Prima colazione e pernottamento. Si consiglia la visita di alcuni castelli e giardini dell’Aberdeenshire. Da Aberdeen in direzione sud-ovest si attraversa una regione collinosa ricca di boschi conosciuta come Royal Deeside. Il primo centro toccato è Peterculter, fondata dai romani nella zona di un vecchio accampamento militare, proprio lungo il River Dee che attraversa latitudinalmente tutta la regione. Tre chilometri più a ovest, a Drumoak, sorge il Drum Castle caratterizzato da una torre di granito risalente al XIII secolo.

Robert Bruce accordò le terre del castello al suo scudiero e la proprietà restò nella stessa famiglia sino alla cessione, nel 1976. Altri due chilometri verso nord e si raggiunge uno Stone Circle, area sepolcrale dell’età del bronzo. A otto chilometri da Peterculter si trova il Crathes Castle, fortezza del XVI sec. ed esempio suggestivo di architettura tradizionale, valorizzata da un susseguirsi di splendidi giardini. È un luogo ideale per scoprire la dimora e il modo di vivere di un signore scozzese dei sec. XVI e XVII. Proseguendo, a Dunecht, si incontra il Castle Fraser che è la maggior fortezza di Midmar ed illustra a meraviglia le costruzioni difensive di quel periodo (1560-1636). Di forma tradizionale, il maniero si distingue per lo stile particolare, conferitogli dai particolari decorativi. Proseguimento per Whiterashes dove si consiglia la visita ai Giardini di Pitmedden. La proprietà fu acquistata dai Seton all’inizio del sec. XVII. Sir Alexander Seton in disaccordo con la politica di Giacomo VII si ritirò sulle sue terre e decise di onorarle con un giardino classico. È probabile che durante il suo esilio in Francia abbia ammirato il capolavoro le Nôtre a Vaux-le-Vicomte e che ne sia rimasto influenzato. Rientro ad Aberdeen e sosta a Newburgh. Pochi sanno che la costa a Nord di Aberdeen offre scorci molto suggestivi, da piccoli villaggi di pescatori a meravigliose baie con immense spiagge di sabbia dorata. Una di queste, una spiaggia sull’estuario del fiume Ythan, a poche miglia a Nord di Aberdeen, è la riserva naturale di Forvie Sands. Il sistema di dune ed i banchi di fango ospitano una grande varietà di fauna marina, tra cui diverse specie di uccelli ed una colonia di foche atlantiche nel loro habitat naturale. Si possono effettuare diverse passeggiate attraversano la riserva.

4° giorno: Aberdeenshire/Dufftown/Elgin/Inverness

Prima colazione. Partenza per Dufftown, capitale del whisky dove si consiglia la visita alla famosa Glenfiddich Distillery. Proseguimento per Elgin, capitale della ricca frangia costiera agricola del Moray, che ha conservato la sua pianta medioevale. La via principale collega la famosa Cattedrale all’antico Castello. Arrivo nella zona di Inverness in serata.

Pernottamento presso il Tulloch Castle o similare.

5° giorno: Inverness/isola di Skye

Prima colazione. Partenza verso sud lungo le coste del Loch Ness. Il Loch Ness è parte del Caledonian Canal, una grande opera di ingegneria di Thomas Telford che collega la Scozia orientale a quella occidentale, attraverso una serie di laghi collegati tra di loro da un sistema di canali. Si consiglia una sosta all’Urquhart Castle, da cui si gode una vista panoramica del lago e, nel tempo, luogo preferito per l’avvistamento di «Nessie». Proseguimento per l’isola di Skye, via terra, attraverso Kyle Of Lochalsh. Pernottamento presso la Toravaig House o similare.

6° giorno: isola di Skye/Oban

Prima colazione. Partenza per Dunvegan, nella parte nord dell’isola.

Visita (consigliata) al Dunvegan Castle e tempo a disposizione per la visita di questa splendida isola. Partenza in traghetto da Armadale per Mallaig e proseguimento per Fort William, alle pendici della più alta montagna della Gran Bretagna, il Ben Nevis. Proseguimento per l’area di Glen Coe, una vallata storica e carica di drammaticità, scenario nel 1692 del massacro del clan dei MacDonald da parte dei soldati del Re Guglielmo. Tutto intorno montagne che offrono infinite possibilità di escursione ed arrampicate. Accanto a spettacolari cascate ed a picchi mozzafiato, potrete osservare rare specie di flora artica, il cervo rosso, il gatto di montagna, l’aquila dorata…con un po' di fortuna!

Arrivo ad Oban e pernottamento presso la Taychreggan House o similare.

 

7° giorno: Oban/Loch Lomond

Prima colazione. Partenza per il Parco nazionale dei Trossachh e del Loch Lomond. Morbide montagne alberate si riflettono nelle acque scintillanti di laghi di ogni forma e grandezza: ecco la splendida scenografia del primo parco nazionale scozzese. Il Loch Lomond, un tempo insenatura marina, oggi è diventato uno tra i laghi più famosi d’Europa. La vicinanza a grandi zone urbane e l’estrema agibilità ne fanno una regione molto popolare tanto tra gli scozzesi quanto tra i turisti che apprezzano le innumerevoli attività possibili: bicicletta, escursionismo, canoa, crociere.

Pernottamento presso la De Vere Cameron Deluxe o similare 

8° giorno: Loch Lomond/Stirling

Prima colazione. Partenza per Stirling dove si consiglia la visita dello Stirling Castle, magnifico sia per la sua posizione strategica che per la costruzione architettonica. Il Castello sorge in una delle posizioni un tempo tra le più importanti della Scozia dal punto di vista strategico poichè controllava le vie di comunicazione principali tra le Highlands e le Lowlands. Dall’alto del castello si possono vedere alcuni dei campi di battaglia più famosi della storia scozzese. Fu una delle fortezze più potenti e inespugnabili di Scozia. Da visitare gli appartamenti reali, la Corte d’Onore e la Cappella Reale. Molto d’effetto la ricostruzione delle antiche cucine con ambientazioni a grandezza reale. Pernottamento presso l’Airth Castle o similare.

9° giorno: Stirling/Edimburgo/Italia

Prima colazione e partenza per l’aeroporto di Edimburgo; consegna dell'auto a noleggio e partenza per l’aeroporto prescelto in Italia.